Dove siamo?
 

ADHD

Contatta la nostra equipe di specialisti!

Il Disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD – Attention-Deficit/Hyperactivity Disorder) è un disordine evolutivo, caratterizzato da una difficoltà nella programmazione, nel controllo e nella regolazione di alcuni comportamenti in contesti sociali, educativi o lavorativi.

 

Esistono tre sottotipi del disturbo:

  • disattenzione, in cui si osserva una fragilità prettamente nella componente attentiva;
  • iperattivività-impulsività, in cui si riscontra una difficoltà prevalentemente nell’autocontrollo e nell’inibizione di certi comportamenti;
  • combinato, in cui si rivela la presenza contemporanea dei segni clinici della disattenzione e dell’iperattività-impulsività.

 

Presso il nostro studio di psicologia e logopedia a Trento abbiamo un’equipe specializzata che può svolgere un’adeguata valutazione diagnostica e presa in carico di bambini e ragazzi con ADHD.

Spesso, il comportamento del bambino con ADHD viene erroneamente considerato la conseguenza di una inadeguata educazione o il risultato di un temperamento maleducato ed eccessivamente prorompente. Altrettanto di frequente, l’ADHD può essere confusa con l’instabilità psicomotoria, un disturbo caratterizzato dalla mancanza di controllo motorio, emotivo, relazionale e mentale.

Per questo motivo, la stesura della diagnosi di ADHD e il successivo trattamento, richiedono l’intervento congiunto di diverse figure professionali; lo studio di psicologia e logopedia a Trento può offrire un servizio interdisciplinare per la presa in carico del soggetto con ADHD.

 

Nel nostro studio di psicologia e logopedia:

Lo psicologo:

 

  • svolge l’anamnesi famigliare e medica della storia del bambino;
  • somministra adeguati test psico-diagnositici per valutare il funzionamento cognitivo e le variabili emotive, comportamentali e relazionali;
  • coordina l’equipe e si interfaccia anche con la scuola per la raccolta di informazioni adeguati alle valutaizoni cliniche;
  • conclude la relazione diagnostica e l’eventuale certificazione;
  • imposta il trattamento elettivo.

Il logopedista:

 

  • valuta, attraverso la somministrazione di specifici test, i segni clinici caratteristici del disturbo da deficit di attenzione e iperattività, concorrendo all’elaborazione e alla stesura della diagnosi;
  • programma e propone un percorso personalizzato di trattamento mirato ad incrementare i tempi attentivi, a contenere e ridurre le reazioni impulsive e a diminuire i comportamenti negativi in favore di quelli positivi;
  • supporta e promuove il più funzionale inserimento del bambino/ragazzo in ambiente scolastico/lavorativo e di vita quotidiana;
  • fornisce alla Scuola e alla famiglia indicazioni e strategie per smorzare le difficoltà e i comportamenti negativi innescati dal disturbo stesso.

Lo psicomotricista:

 

  • valuta, attraverso l’esame psicomotorio, le competenze acquisite e la modalità di utilizzo (soprattutto in termini di comunicazione e relazione);
  • lavora al fine di reinvestire gli oggetti, lo spazio, il tempo e gli altri, con una modalità più rallentata e attenta;
  • lavora al fine di ricercare un maggior benessere del bambino e della sua famiglia, anche attraverso accorgimenti di natura educativa.